Alla scoperta del Perù.

Un viaggio in Perù è sempre un’esperienza unica!! Se poi lo si scopre usando i mezzi pubblici, si avrà la possibilità di immedesimarsi nella realtà della vita quotidiana e di conoscere da vicino le popolazioni locali. Machu Picchu, le linee di Nazca, il lago Titicaca con le sue isole galleggianti, Puno, Cuzco, il mercato di Pisaq, tutte attrazioni una più bella dell’altra. E che dire di Arequipa, la famosa città bianca? Tutte queste meraviglie si ammirano scortati dall’occhio vigile dei condor che sorvolano il territorio peruviano, quasi come delle sentinelle al servizio dei turisti o con la compagnia dei lama che pascolano liberi

Donna andina con bambino e due lama.

anche loro attratti dalla magia del Machu Picchu.
Per la visita di Machu Picchu, il mio consiglio è quello di salire ad Aguas Calientes la sera, pernottare in loco e la mattina appena svegli andare subito a visitare il sito Inca, quando ancora non sono arrivate le frotte di visitatori! In questo modo è possibile gustare tutta la magia di questa città in cui il tempo sembra essersi fermato.
Inizio il mio viaggio in Perù, da Lima quindi subito alla riserva di Paracas sull’Oceano Pacifico per una gita in barca alle Isole Ballestas (le Piccole Galapagos con grotte e cavità spettacolari).
Girando in barcone attorno a queste isole (sulle quali è vietato approdare) si scorgono con facilità animali di ogni tipo: delfini, pinguini di Humboldt, leoni marini, foche e svariate specie di uccelli acquatici. La straordinaria biodiversità delle isole è dovuta alla corrente fredda di Humboldt.
Mi dirigo verso Nazca quindi Arequipa, nota per il suo clima mite tutto l’anno nonostante l’altitudine di 2500 metri.
Partenza con bus di linea per Puno, la porta d’accesso al Lago Titicaca ed è la base per chi, dal Perù, volesse spingersi fino in Bolivia.
Il Lago Titicaca si estende per più di 8000 km quadrati, si trova ad una quota di oltre 3800 metri ed è circondato dalla Cordigliera Real. Segna il confine con la Bolivia: le rive settentrionali ed occidentali appartengono al Perù. La campagna circostante è ricca di rovine pre-incaiche (tra le quali le torri funerarie di Sillustani). Qui il clima è mitigato dalle acque del lago: umido da ottobre ad aprile e secco da maggio a settembre. Molto interessante la visita alle isole Uros,

Isole di Uros

formate dalle canne di totora (il giunco acquatico tipico del lago) miste a fango, detriti e melma che imprigionano le radici delle canne e ne impediscono la decomposizione, con lo stesso materiale vengono prodotte le tipiche barche (le balsas), le abitazioni, le stuoie usate come pareti, i tetti e le porte.
Sbarcato sulla prima “isola” provo una strana sensazione: paglia che dondola sotto i piedi. Donne e bambini con vestiti coloratissimi si stagliano contro il blu intenso del cielo e del lago. Tutte hanno lunghe trecce decorate alle estremità e in testa la caratteristica bombetta. Arrivato alla seconda isola, a bordo del barcone di totora, rimango colpito ad osservare altre abitazioni tra cui la scuola locale. Continua a leggere

Pubblicato in America Latina | Contrassegnato | Lascia un commento

Perchè un viaggio in Patagonia ?

Una vacanza in Patagonia si può definire un pieno di emozioni indimenticabili. Già dall’aereo ci si rende conto di essere in un luogo unico. Quando si atterra a El Calafate si ammirano subito le varie tonalità di azzurro e verde del Lago Argentino, che ti accoglie con i suoi iceberg più o meno grandi, provenienti dai vari ghiacciai che si gettano nelle sue acque. Spesso in questa zona soffia un vento gelido e ciò potrebbe far pensare ad un luogo ostile e inospitale, invece è una delle terre più affascinanti del mondo.

Il Perito Moreno

Il Perito Moreno, situato nel Parco Naturale Los Glaciares, ha un fronte di 3000 metri di lunghezza e un’altezza di 60 metri; le sue gigantesche colonne di tanto in tanto si staccano dalla massa di ghiaccio, per cadere con un boato fragoroso nel lago sottostante. Durante il percorso per raggiungere il ghiacciaio, la vegetazione cambia nel giro di pochi kilometri, si passa da aride lande quasi desertiche a rigogliose foreste lussureggianti. Da El Calafate ci si sposta nella parte più settentrionale del Parco Los Glaciares, percorrendo la mitica Ruta 40 e si raggiunge El Chalten, graziosa località ai piedi del picco del Fitz Roy, un vero monumento della natura.

Il Fitz Roy

Ci si potrebbe soffermare per ore, ad ammirarlo, senza interruzione. Favoloso! Se poi capita di vedere un condor che si libra nell’aria sfruttando le correnti del vento, come è successo a me, lo spettacolo è ancora più emozionante.
E che dire delle varie estancias? Qui è possibile vivere l’esperienza della cultura dei gauchos e godere della tranquillità della vita di campagna, alternando l’assaggio di un prelibato asado, il tipico arrosto di agnello patagonico, ad una escursione a cavallo o ad un trekking in mezzo ad una natura incontaminata.
A poco più di un’ora di volo da El Calafate si trova la Penisola Valdes, una riserva faunistica in cui la fanno da padroni, guanachi, pinguini, armadilli, leoni marini. Sicuramente non bisogna tralasciare l’escursione in barca per l’avvistamento delle balene, che parte da Puerto Piramides.

Pinguino Magellano alla Penisola Valdes

Nella baia di Golfo Nuevo si possono ammirare numerosissime esemplari di Balena Franca Australe, che giungono in questa zona, nel periodo della riproduzione. Sono animali molto tranquilli e docili ed è veramente emozionante vederle accostarsi alla barca, poterle quasi toccare ed assistere al momento in cui le madri allattano i loro piccoli.
La Patagonia è tutto questo e non solo, ma in Argentina c’è molto altro da ammirare; per potere giudicare bisogna toccare con mano, una semplice descrizione non è sufficiente.
Se ti sei incuriosito, devi partire appena puoi.
Prenota subito!!
Se vuoi saperne di più, clicca qui:
Capodanno in Argentina a todo tango!

oppure manda una mail a:
umberto@viaggievacanzesumisura.it
cell 3939907454

Pubblicato in America Latina | Contrassegnato | Lascia un commento

Tour dell’India a Inizio anno

Rajastan, Uttar Pradesh, Madya Pradesh.
Tour di gruppo con guida.
Dal 01 al 09 gennaio 2012
9 giorni 7 notti

Taj Mahal

Se vuoi saperne di più, clicca qui:
Inizio dell’anno in India

oppure manda una mail a:
umberto@viaggievacanzesumisura.it
cell 3939907454

Pubblicato in Offerte viaggio | Contrassegnato | Lascia un commento

Un viaggio in Armenia

Una destinazione insolita, un paese ricco di arte cultura e natura, splendidi paesaggi montuosi dominati dal Monte Ararat.
8 giorni 7 notti

Khor Virap

Se vuoi saperne di più, clicca qui:
Tour dell’Armenia

Zvartnots - Cattedrale

oppure manda una mail a:
umberto@viaggievacanzesumisura.it
cell 3939907454

Pubblicato in Offerte viaggio | Contrassegnato | Lascia un commento

Capodanno in musica a Venezia

Il Concerto di Capodanno a Venezia. Un evento giovane, ma già un punto di riferimento per gli appassionati di musica.

4 giorni 3 notti , tanta musica, hotel esclusivi e la magia della città lagunare!
Prenota subito!!

Il Teatro La Fenice

Se vuoi saperne di più, clicca qui:
Concerto di Capodanno a Venezia

Diego Matheuz dirige il Concerto di Capodanno

 

 

 

 

Gli Interpreti Veneziani

oppure manda una mail a:
umberto@viaggievacanzesumisura.it

Pubblicato in Itinerari musicali | Contrassegnato | Lascia un commento